Vorrei essere figlio di un uomo felice

Cita a ciegas

(Confidenze fatali)

con Gioele Dix – Laura Marinoni, Elia Schilton – Sara Bertelà,
Roberta Lanave


di Mario Diament
traduzione, adattamento e regia Andrée Ruth Shammah
traduzione dallo spagnolo Maddalena Cazzaniga

una produzione Teatro Franco Parenti
e Fondazione Teatro della Toscana

La storia

Un thriller appassionante, un avvincente intreccio di incontri apparentemente casuali dove violenza, inquietudine e comicità serpeggiano dentro rapporti d’amore.

Un uomo cieco è seduto su una panchina di un parco a Buenos Aires. È un famoso scrittore e filosofo – chiaramente ispirato all’autore argentino Jorge Luis Borges – che era solito godersi l’aria mattutina. Quella mattina, la sua meditazione viene interrotta da un passante: da qui una serie di incontri e dialoghi svelano legami tra i personaggi sempre più inquietanti, misteriosi e a tratti inaspettatamente divertenti. Come Borges, che crebbe parlando e scrivendo in inglese e spagnolo e visse in diversi paesi, Diament è uno scrittore interculturale, un emigrato e un esule che scrive della e sull’Argentina, sull’identità e l’isolamento, come fece il grande poeta argentino.

Tutta in levare, la regia di Andrée Ruth Shammah è un invito alla concentrazione e all’empatia con i personaggi, una mano invisibile che cura il dettaglio tessendo una ragnatela stregante di sussulti segreti […]. La felicità è un attimo, il resto è vita. Uno spettacolo di malinconica lievità cechoviana. Sara Chiappori – la Repubblica

Data Teatro Città
9 gennaio Teatro alle Vigne Lodi (MI)
10 - 12 gennaio Teatro Sociale Bergamo
14 gennaio Teatro Sanzio Urbino
15 -17 gennaio Teatro Galli Rimini
18 - 20 gennaio Teatro dei Rinnovati Siena
22 - 23 gennaio Teatro delle Arti Gallarate (VA)
24 gennaio Teatro Astra Schio (VI)
25 - 26 gennaio Teatro Metropolitano Astra San Donà di Piave (VE)
30 gennaio - 3 febbraio Teatro Stignani Imola (BO)

Facebook




Twitter



Video

Visita il canale YouTube